Presentazione sistema Erredi

03 marzo 2011 16:48Aggiunta da ErrediWeb

 

Erredi è un sistema integrato di monitoraggio della raccolta differenziata dei rifiuti, che permette costantemente di mantenere sotto controllo il rifiuto al fine di garantirne la tracciabilità e pertanto di consentire la raccolta e l’analisi dei dati sui quantitativi e sulle tipologie di rifiuti effettivamente conferiti dall’utente.immagine
Oltre al monitoraggio costante, un siffatto sistema si pone l’obiettivo di incentivare le famiglie alla raccolta differenziata, in quanto consente l’implementazione di sistemi di tariffazione a consumo, anziché in base alla superficie dell’immobile abitato.
Erredi nasce inizialmente a supporto della raccolta differenziata gestita con il sistema del porta a porta “spinto”. Le esperienze sul territorio hanno poi determinato la successiva evoluzione del sistema, fino a farlo diventare oggi uno strumento estremamente versatile. L’adattabilità del sistema Erredì consente il suo utilizzo a supporto di tutte le metodologie di gestione della raccolta differenziata (domiciliare, porta a porta “spinto”, con i bidoni di quartiere, attraverso il conferimento diretto dell’utente presso il centro di raccolta rifiuti, ecc.) e pertanto, una volta definita l’esigenza del singolo Comune, il sistema può essere “tarato” al fine di garantire l’acquisizione delle informazioni volute.

ERREDI E LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA
Nell’ambito della gestione della raccolta differenziata con la metodologia “porta a porta”, il sistema di monitoraggio prevede l’individuazione di ogni singola tipologia di rifiuto conferita dal cittadino nel territorio comunale attraverso la lettura di etichette dotate di codice a barre, che saranno posizionate dall’utente sulle corrispettive buste del rifiuto. Pertanto, Erredi identifica univocamente l’utente che ha conferito il sacco e il rifiuto contenuto all’interno. I dati letti con i lettori ottici da parte degli operatori, quando raccolgono i sacchetti o svuotano i bidoni, vengono immediatamente trasmessi ad una postazione centrale che li analizza e li elabora.
A seconda delle esigenze del Comune, la distribuzione delle etichette alle utenze può avvenire in diversi modi:
-le etichette possono essere fornite totalmente ad ogni utenza per il periodo di un anno per un numero pari alla frequenza prevista per la raccolta porta a porta;
-in alternativa, nell’ottica di un sistema più lungimirante, il comune può dotarsi di postazioni (totem) sparse sul proprio territorio attraverso le quali ogni utente, attraverso il proprio codice fiscale o apposite password personali, potrà stamparsi di volta in volta il numero di etichette di cui necessita.

ERREDI E IL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI
Il conferimento presso un centro di raccolta rifiuti direttamente da parte dei cittadini consente una ulteriore riduzione dei costi del servizio rispetto alla modalità porta a porta. Pertanto il comune dovrebbe incentivare l’utilizzo del centro di raccolta da parte dei singoli cittadini. Il sistema Erredi può tenere conto del fatto che sia l’utente a conferire direttamente i propri rifiuti al centro di raccolta; infatti, dotando l’isola ecologica di un proprio sistema di lettura del codice a barre, leggendo l’etichetta da questa postazione verrà assegnato al rifiuto lo stato di conferimento diretto e non raccolto dagli operatori. Questo dato, associato al sacchetto conferito, consente il calcolo di una ulteriore premialità per l’utente virtuoso che consegna i propri rifiuti direttamente all’isola ecologica.

ERREDI E L’INCENTIVAZIONE ALLA DIFFERENZIATA
Utilizzando il sistema Erredi si ottiene un duplice vantaggio: da una parte, il cittadino sa che la produzione familiare di rifiuti viene monitorata e pertanto è incentivato a collaborare nell’attività di differenziazione dei rifiuti; dall’altra, l’Amministrazione Comunale, potendo accedere ai dati elaborati in qualsiasi momento, può individuare le aree in cui eventualmente intensificare i controlli. Inoltre, al fine di ulteriore incentivazione per i cittadini, l’Amministrazione, grazie a questo sistema, può prevedere l’istituzione di premialità per le famiglie virtuose. Quanto detto è la fase che precede il vero e proprio passaggio alla Tariffa di Igiene Ambientale, con l’introduzione della quale ogni nucleo familiare potrà pagare una quota non più relativa alla superficie della propria abitazione ma alla quantità effettiva di rifiuti prodotti.
E’ altrettanto evidente che una maggiore partecipazione delle utenze alla raccolta differenziata ha come effetti immediati l’incremento della percentuale della stessa raccolta differenziata fino al raggiungimento delle soglie previste dalla legge e la conseguente riduzione dei costi di smaltimento.

ERREDI E IL CONTROLLO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ERREDIWEB.COM
ErrediWeb.com è il sito del sistema Erredi. Dalle sue pagine, per gli utenti abilitati, è possibile monitorare la quantità di rifiuti conferiti nei comuni che hanno deciso di adottare tale sistema.
Inoltre, ErrediWeb.com intende, attraverso le proprie pagine, sensibilizzare e diffondere una cultura ambientale sostenibile. Sul sito errediweb.com verranno pubblicate notizie, commenti, comunicati stampa relativi alle tematiche ambientali.

Errediweb.com non rappresenta una testata giornalistica in quanto non è aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della Legge 62/2001


Condividi: facebook twitter linkedin myspace technorati yahoo google reddit wikio okno del.icio.us Digg Segnalo

InviaInvia
 StampaStampa PDFPDFLetture 6118, stampe 1207 ©