Differenziare la plastica

14 marzo 2011 21:58Aggiunta da ErrediWeb

 

immagineTeoricamente, tutti i tipi di plastica sono adatti al riciclaggio, a meno di contaminazioni che lo rendano sconveniente. Nei prodotti sicuramente riciclabili vi comunque il simbolo caratteristico (tre frecce a formare un triangolo) con all'interno il numero SPI (Society of the Plastics Industry) identificativo del polimero specifico (pe polietilene; pet polietilentereftalato; pvc polivinilcloruro). Alcuni tipi di plastica sono inadatti al riciclaggio diretto, cos come viene attualmente svolto in molti comuni, per esempio, un tubetto di dentifricio non pu essere riciclato a causa della difficile rimozione interna del residuo di prodotto, e cos alcuni giocattoli, attaccapanni, custodie di CD, ma in alcuni casi si possono indirizzare alla produzione di plastiche di bassa qualit come riempitivi, imballaggi industriali, alcune tipologie di arredi urbani. In genere sono sicuramente differenziabili le resine termoplastiche, quali i contenitori per liquidi in plastica (contenitori di detersivi, bagnoschiuma e bottiglie) e tutti quelli definiti imballaggi.

Sono non direttamente riciclabili, cio non avviabili alla produzione di nuovo pellet per produrre plastica di buona qualit, le resine termoindurenti come la bachelite (tutta la vecchia plastica isolante elettrica e termica), resine ureiche (di uso pi recente), la melammina (piatti di plastica rigidi), le resine epossidiche (di uso pi tecnologico, come colle ad alta resistenza) e molte resine poliestere, il kevlar ed altre.

question COSA DIFFERENZIARE
bottiglie per liquidi, buste per alimenti, sacchi e sacchetti di plastica e nylon, contenitori per alimenti (yogurt, margarina, mascarpone...), contenitori di prodotti per igiene e pulizia (marchiati PET, PVC, PE), cassette in plastica per prodotti ortofrutticoli, reti per frutta e verdura, confezioni di merende, biscotti, alimenti
in genere, vaschette portauova in plastica, barattoli alimentari,vaschette di gelati, flaconi per detersivi, saponi liquidi, prodotti per la pulizia della casa e della persona, nylon (per imballaggio di vestiti, giornali...), polistirolo, cellophane, vaschette.
question COSA NON DIFFERENZIARE
giocattoli, grucce appendiabiti, tappetini, spugne e stracci, bicchieri, piatti e posate di plastica, arredi ed elettrodomestici in plastica, gomma, materiali edili, contenitori in plastica etichettati per materiali pericolosi, tossici, infiammabili o corrosivi.

i contenitori sporchi devono essere sciacquati prima di essere inseriti negli appositi cassonetti; in questo modo si migliora il processo di recupero. Ridurre il volume degli imballaggi in plastica, ad esempio schiacciando le bottiglie.


Condividi: facebook twitter linkedin myspace technorati yahoo google reddit wikio okno del.icio.us Digg Segnalo

InviaInvia
 StampaStampa PDFPDFLetture 5601, stampe 1339 ©